10 choses à éviter de faire avec le vin

10 cose da evitare con il vino

Gli amanti del vino sanno che scegliere e degustare un vino non è un esercizio così semplice. Non basta scegliere una bottiglia a caso e stapparla quando si vuole. La degustazione del vino è un'arte, e inizia con la scelta della bottiglia di vino. Scopri le 10 cose da evitare con il vino, dall'acquisto alla degustazione.

 

Scegliere il vino secondo criteri sbagliati

In generale, quando vogliamo acquistare vino senza avere particolari conoscenze di enologia, facciamo riferimento a idee preconcette che possono guidarci verso scelte sbagliate.

  • Il vino più costoso non è necessariamente il migliore: non basta acquistare le bottiglie di vino più costose per assicurarsi un vino di qualità. E viceversa, la bottiglia più economica sullo scaffale non è necessariamente un vino mediocre. Meglio affidarsi a un wine lover o a wine awards per trovare il miglior rapporto qualità prezzo;
  • I grandi vigneti francesi non sono gli unici ad offrire buoni vini: certo, un vigneto famoso è una scommessa sicura quando si ha paura di sbagliare, ma i piccoli vigneti francesi offrono anche ottimi vini;
  • I vini invecchiati non sono sempre i migliori: tutti i vini sono diversi, e mentre alcuni hanno un buon potenziale di invecchiamento, come i vini rossi, altri sono migliori da bere giovani, come i vini rosati. .

 

Degustare vini senza alcuna logica degustativa

Se si prevede di degustare più vini durante un pasto, l'errore fatale sarebbe quello di non rispettare l'ordine di servizio. I vini, infatti, devono essere degustati secondo una certa logica, per garantire un buon equilibrio di gusto durante tutto il pasto.

Si consiglia quindi di iniziare con vini leggeri e freschi, con un basso contenuto di zuccheri. Ciò preserverà le vostre papille gustative per il resto del menu e non le saturerà dall'aperitivo. La complessità e la struttura del vino si intensificheranno man mano che i piatti avanzano.

Allo stesso modo, evitiamo di servire una buona bottiglia d'eccezione come antipasto, e la conserviamo per accompagnare la portata principale, o per concludere in apoteosi con il dessert.

In generale si comincia con vini acidi e leggeri, per poi spostarsi verso vini più dolci e forti.

 

Non servire il vino alla temperatura corretta

Se senti spesso dire che la temperatura del vino è importante è perché ha un'influenza diretta sugli aromi del vino. Troppo freddo, i sapori verranno cancellati. Troppo caldo il vino sembrerà più alcolico, più insapore e meno strutturato.

Si tratta quindi di trovare la temperatura ideale per ogni vino, a seconda del suo colore:

  • da 15 a 18°C ​​per i vini rossi;
  • Da 10 a 14°C per vini bianchi e vini rosati.

La delicatezza va oltre e la temperatura ideale dipende anche dai vini. Tutto quello che devi fare è fare riferimento all'etichetta della bottiglia di vino, che riporta sempre la temperatura ideale di servizio.

 

Non aerare il vino

Affinché un vino possa sprigionare completamente i suoi aromi e ammorbidirsi, deve essere decantato. In altre parole, devi dargli tempo a contatto con l'aria per ossigenarsi. Per fare questo è necessario mettere il vino in caraffa qualche tempo prima di servirlo, senza mai superare le 2 ore.

Ma c’è, ancora una volta, un po’ di sottigliezza, e non tutti i vini necessitano di essere travasati. Questo, infatti, si rivolge principalmente a vini giovani, che abbiano una struttura complessa e ricca, oppure a vini rossi tannici.

 

Dimentica l'abbinamento cibo-vino

Non c'è modo migliore per esaltare un vino che abbinarlo al piatto giusto. Allo stesso modo, degustare un vino con un piatto non adatto può rovinare la degustazione. L' abbinamento cibo-vino è quindi molto importante, ed è uno dei segreti del vino.

Evitiamo poi vini dolci e leggeri con piatti dal sapore molto forte, col rischio di vedere il vino scomparire sotto gli aromi forti. Noi invece non serviamo un vino di carattere con un piatto delicato. L'idea è quella di trovare il perfetto equilibrio tra i sapori e l'intensità delle sensazioni, affinché ciascuno esalti l'altro, senza mai prendere il sopravvento.

 

Conservazione del vino in cattive condizioni

Il vino è un prodotto vivente molto fragile, sensibile alla luce, all'umidità, alle variazioni di temperatura e alle vibrazioni. Bisogna quindi poter conservare le vostre bottiglie di vino nelle migliori condizioni e, per questo, niente batte la cantina.

È poi importante capire che non tutti i vini sono adatti all'invecchiamento, come accade, ad esempio, con la maggior parte dei vini rosati. Altri, invece, hanno bisogno di tempo per sviluppare tutta la complessità dei loro aromi. Dobbiamo quindi prestare attenzione all'età dei vini e al loro potenziale invecchiamento, per servirli sempre a maturazione.

 

Non rispettare la cerimonia di servizio del vino

La degustazione del vino è un'arte e inizia con il servizio. Per godere appieno della qualità dei vini, è necessario poterli servire in un bicchiere da vino adatto, e alla giusta temperatura.

È poi imperativo scegliere un calice, idealmente incolore per apprezzare il colore del vino, con il collo leggermente stretto verso l'alto, per catturare perfettamente gli aromi e i profumi del vino.

Infine, il vetro deve essere pieno per un terzo, per poterlo ruotare per aerarlo e fornirgli un contatto sufficiente con l'aria.

 

Non sapere come tenere il bicchiere di vino

Se un bicchiere da vino ha il gambo è per un motivo ben preciso: questo permette al degustatore di tenere in mano il contenitore senza entrare in contatto con la parte che contiene il vino. L'obiettivo è poi quello di dare la possibilità di osservare il colore del vino, ma soprattutto evitare di riscaldare il vino per contatto con le mani.

Si consiglia quindi di tenere il calice per lo stelo, possibilmente per la base, senza mai mettere le mani a coppa attorno al bicchiere.

 

Degustazione troppo veloce

L'arte della degustazione del vino è un rito che attraversa diverse fasi. Dall'analisi visiva all'esame olfattivo e persino all'analisi gustativa , l'amante del vino deve prendersi il suo tempo per rilevare tutte le sottigliezze dell'annata degustata.

Prendetevi il tempo per osservare, annusare e gustare, dimenticando, ovviamente, la gomma da masticare o lavarvi i denti poco prima dell'assaggio.

 

Non divertirsi

Il rito della degustazione del vino sembra particolarmente formale, ma non deve farti dimenticare il tuo obiettivo principale: piacere a te stesso! Non c'è bisogno di essere degli intenditori e seguire le istruzioni alla lettera per divertirsi e divertirsi. Inoltre la percezione del vino resta molto personale, e ognuno è libero di provare le proprie emozioni e sensazioni senza intellettualizzare il tutto.

 

Ci sono tanti piccoli consigli che permettono di assaporare appieno tutta la delicatezza di una buona bottiglia di vino. Per iniziare e imparare i gesti giusti, recatevi al Domaine de Berne per un'introduzione alla degustazione del vino .


La nostra attuale selezione di vini

Nuovo
Vino Rosato 2023 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Promozionale -37%
Vino Rosato 2022 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
Prezzo regolare 77,40 €Prezzo ridotto48,60 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Esausto
Vino Rosato 2021 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Vino Bianco 2017 AOP Côtes de ProvenceChâteau de Berne Grande Cuvée
138 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni