Le vocabulaire de la dégustation de vin

Vocabolario della degustazione di vini

La degustazione del vino è molto più complessa di quanto sembri. E se riesci a percepire certe cose, grazie alla vista, al gusto o anche all'olfatto, devi comunque saper esprimere a parole le tue sensazioni. Ecco un glossario di alcuni termini frequentemente utilizzati nel vocabolario della degustazione del vino.

 

Gli elementi dell'osservazione del vino

Per poter descrivere un vino e assegnargli dei qualificatori, è necessario eseguire diversi passaggi, che consentono di analizzare diversi componenti del vino.

L'abito da vino

Osservato durante l'esame visivo del vino, il colore corrisponde al colore del vino. Diciamo poi di un vino rosso che il suo colore è rubino, granato, porpora, o anche mattonellato, mentre il colore di un vino bianco può essere descritto come giallo paglierino, giallo verde, giallo dorato o addirittura oro antico. . Infine, il colore del vino rosato può essere lampone, salmone o anche pesca.

Il naso del vino

Esaminato durante l'esame olfattivo del vino, ilnasorivela gli aromi del vino, ancor prima di averlo degustato. Le sensazioni olfattive permettono di scoprire aromi di frutti rossi, agrumi o anche fiori.

La struttura del vino

La struttura di un vino riunisce tutti i componenti che aiutano a descriverlo, come frutta, zucchero, alcol e acido. L'ideale è ottenere la struttura più equilibrata possibile, dove l'uno non prevalga sull'altro.

L'attacco del vino

L'attacco corrisponde alle prime sensazioni che il vino offre in bocca. Può offrire una sensazione di rotondità, o meglio una sensazione di freschezza. L'attacco di un vino si avverte solo per pochi secondi in bocca, e lascia presto il posto ad altri aromi e sensazioni.

La metà del palato del vino

La parte media del palato corrisponde alle sensazioni percepite in bocca subito dopo l'attacco. Forniscono informazioni sulla struttura del vino (impressione di rotondità, viscosità, astringenza, temperatura, ecc.).

Il finale del vino

Il finale del vino al palato arriva dopo l'attacco e la metà del palato. Comprende tutte le sensazioni che persistono più o meno a lungo dopo aver deglutito o sputato il vino. È durante il finale che valutiamo anche la lunghezza in bocca del vino.

 

Le caratteristiche di un vino

Ora che sai quali sono gli elementi da osservare quando si analizza e si degusta un vino, ecco i termini usati per descrivere il vino.

  • Ampio: un vino pieno è un vino la cui tavolozza aromatica occupa completamente la bocca;
  • Tannico: i vini rossi si dicono tannici quando il contenuto di tannini è tale da sviluppare in bocca una sensazione ruvida e aspra. I tannini sono più o meno presenti a seconda del vitigno e forniscono informazioni sulla maturità del vino. Più il vino rosso invecchia, più i suoi tannini sono morbidi. Diciamo allora che il vino è setoso. Se i tannini sono presenti, senza eccessi, parliamo di un vino rotondo;
  • Carnoso: il termine "carnoso" descrive sia il sapore che la consistenza di un vino. Implica quindi un vino potente, con una forte struttura tannica. Parliamo poi anche di vino untuoso, ricco in bocca;
  • Morbido: un vino morbido è un vino che offre una bella armonia tra tannini e acidità;
  • Secco: i vini bianchi secchi o i vini rossi secchi hanno un basso contenuto di zuccheri, poiché sono stati tutti trasformati in alcol durante la fermentazione alcolica. Si avverte allora una mancanza di idratazione in bocca;
  • Fruttato: i vini fruttati offrono aromi di frutta, sia al naso che al palato. Possiamo poi ritrovare aromi di frutti rossi, frutta secca, frutti bianchi...;
  • Fresco: la freschezza di un vino ne descrive sia il corpo che il carattere. Il risultato è una bella acidità, che offre una sensazione di freschezza al naso e alla bocca;
  • Minerale: il carattere minerale di un vino rimanda a sensazioni che ricordano la pietra. Questo aspetto dipende essenzialmente dal terroir su cui è cresciuta la vite, e dai terreni su cui è stata coltivata (argilloso, calcareo, ardesia, ecc.);
  • Legnoso: un vino legnoso si ottiene generalmente durante l'invecchiamento in botti di rovere. Il vino adotta poi gli aromi del legno, offrendo un bouquet aromatico molto particolare;
  • Corposo: parliamo di un vino audace quando rivela una certa energia al palato, complessità, oltre che profondità;
  • Equilibrato: un vino equilibrato è quello che trova un perfetto equilibrio tra acidità, tannini, alcol e zuccheri residui.

 

Naturalmente esistono decine di altri termini per descrivere con precisione le qualità di un vino, ma ora conosci il vocabolario principale. Non resta che metterlo in pratica impegnandosi nel complesso esercizio della degustazione del vino .

 


La nostra attuale selezione di vini

Nuovo
Vino Rosato 2023 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Promozionale -37%
Vino Rosato 2022 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
Prezzo regolare 77,40 €Prezzo ridotto48,60 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Esausto
Vino Rosato 2021 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Vino Bianco 2017 AOP Côtes de ProvenceChâteau de Berne Grande Cuvée
138 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni