Les vignes la nuit

Perché raccogliere di notte?

La vendemmia rappresenta la fase cruciale in cui l'uva, giunta a maturazione, viene raccolta prima di essere inviata in cantina per essere trasformata in vino. E se da tempo siamo abituati a vedere i vendemmiatori lavorare sotto il sole di fine estate, ora è sempre più comune svolgere questo compito di notte. Scopriamo i vantaggi della raccolta notturna .

 

Raccogli le uve mentre sono fresche

Se i viticoltori decidono di vendemmiare i grappoli di notte, è soprattutto una questione di temperatura degli acini. Con il caldo e il sole, infatti, le uve si saturano di zucchero, che tende ad ammorbidire il frutto. Raccogliendoli a temperature fresche, garantiamo bacche meno fragili e più sode.

Ciò è ancora più vero per i viticoltori che desiderano produrre vino dolce, ad alto contenuto di zucchero.

Raccogliendo di notte, la frutta arriva in cantina in condizioni migliori, e il lavoro dei raccoglitori è più piacevole, meno meticoloso, il che permette loro di andare più veloci.

 

Vendemmia notturna: ritardare la fermentazione del succo d'uva

L'altro motivo che spinge il viticoltore a vendemmiare di notte è sempre legato alla temperatura, e riguarda la fermentazione. Per fare questo è necessario conoscere le fasi della vinificazione, in particolare dei vini bianchi e dei vini rosati.

Appena arrivate in cantina, le uve vengono pigiate direttamente, prima che il mosto venga decantato. Tuttavia, affinché questo processo di decantazione, o chiarificazione del mosto, funzioni, deve avvenire prima che il succo entri in fermentazione.

È poi importante che l'uva arrivi in ​​cantina alla temperatura più bassa possibile, perché il calore attiva il processo di fermentazione. Evitando la raccolta durante il giorno, limitiamo il rischio di entrare in fermentazione troppo presto.

 

Raccolto di notte per limitare il consumo di energia

Anche la raccolta notturna può essere una decisione legata al consumo di energia, ed è sempre collegata alla decantazione. Nelle raccolte diurne, soprattutto nelle regioni calde come la Provenza, il viticoltore è talvolta obbligato a raffreddare le uve all'arrivo in cantina, e prima della decantazione, per evitare che entrino in fermentazione a causa del caldo. Tuttavia, l'uso di serbatoi di raffreddamento genera enormi costi energetici, che possono essere evitati.

Comprendiamo quindi facilmente il vantaggio della vendemmia notturna, che evita un dispendio energetico inutile, dannoso per il pianeta, oltre che per il portafoglio del viticoltore.

 

Lavoro notturno più piacevole per i vendemmiatori

Infine sembra ovvio, ma non sempre ci pensiamo, per il vendemmiatore è sempre più piacevole lavorare di fresco. Ciò è ancora più vero negli ultimi anni, dove due sviluppi hanno cambiato il lavoro in vigna:

  • L'innalzamento delle temperature accelera la maturazione delle uve, e la vendemmia avviene sempre prima in estate;
  • Le temperature diventano sempre più alte e anche alla fine dell'estate le giornate a volte sono torride. Le alte temperature rendono molto difficile il lavoro nei vigneti.

I raccoglitori preferiscono quindi puntare la sveglia molto prima dell'alba e recarsi nei vigneti prima dell'alba, per beneficiare di migliori condizioni di lavoro.

Osserviamo poi, sempre più spesso, i vendemmiatori lavorare alla luce dei fari dei trattori, ben prima dell'alba.

 

Una tendenza che si estende a tutta la Francia a causa del riscaldamento globale

Per molto tempo, i raccolti notturni si sono svolti principalmente nel sud della Francia, dove le temperature diurne superano facilmente i 30 gradi (rispetto ai 12-15 gradi notturni). Oggi il fenomeno del riscaldamento globale spinge sempre più regioni viticole della Francia ad adottare questa tendenza, per proteggere i vendemmiatori dal calore del sole cocente, e per garantire uve di qualità per la produzione di vini rossi, vini bianchi e vini rosati.

 

Molti pensano che il vantaggio principale della vendemmia sia quello di permettere ai vendemmiatori di lavorare in un ambiente fresco. Ma permette anche e soprattutto di godere di uve di ottima qualità. Per questi motivi, ma anche per un approccio ambientale coerente con la nostra conversione all'agricoltura biologica, la tenuta di Berna ha quindi optato per iraccolti notturni.


La nostra attuale selezione di vini

Nuovo
Vino Rosato 2023 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Promozionale -37%
Vino Rosato 2022 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
Prezzo regolare 77,40 €Prezzo ridotto48,60 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Esausto
Vino Rosato 2021 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Vino Bianco 2017 AOP Côtes de ProvenceChâteau de Berne Grande Cuvée
138 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni