9 erreurs à ne pas faire avec le vin

9 errori da non commettere con il vino

Il vino è un prodotto vivo che richiede un'attenzione particolare. Quindi, che tu sia un dilettante esperto, o un principiante del settore, devi adottare le giuste azioni per goderti appieno una buona bottiglia di vino. Vediamo allora quali sono i 9 errori da evitare con il vino.

 

Conservare le bottiglie di vino in cattive condizioni

Si potrebbe pensare che, una volta imbottigliato nella bottiglia di vetro, il vino sia protetto dall'ambiente esterno. Tuttavia continua ad evolversi e rimane particolarmente sensibile a diversi elementi:

  • Luce: il vino non ama la luce diretta, perché accelererebbe il processo di ossidazione del vino;
  • odori: il vino, attraverso il tappo, può assorbire forti odori circostanti;
  • variazioni di temperatura: come la luce, una temperatura fluttuante avrà un impatto sull'ossidazione del vino;
  • Vibrazioni: piccole vibrazioni attorno al vino possono generare reazioni chimiche che influenzeranno il processo di invecchiamento del vino.

Si consiglia quindi di tenere le bottiglie di vini bianchi, rossi e rosati lontano da questi elementi. L'ideale è optare per una cantina .

 

Servire sempre vino rosso con formaggio

Servire dei buoni vini rossi con i formaggi non è proprio un errore, ma altri abbinamenti cibo-vino sarebbero più appropriati. L'acidità e i tannini contenuti nel vino rosso, infatti, non sono i migliori amici dei latticini e, in definitiva, pochi vini rossi si sposano perfettamente con i formaggi.

Meglio optare per un buon vino bianco , che farà miracoli con i vostri formaggi leggeri, così come con i formaggi di carattere. E perché non provare un vino rosato per accompagnare il piatto di formaggi ?

 

Servire lo champagne in un bicchiere

Certamente la forma sensuale della coppa da Champagne, disegnata sul seno di Madame de Maintenon, è molto elegante per servire uno spumante, ma dobbiamo riconoscere che non è l'ideale per metterlo in mostra. Infatti la coppa, con la sua apertura molto ampia e la profondità ridotta,schiaccia il vino e disperde le bollicine.

Ma neanche il flute da champagne è la soluzione ideale, perché produce l'effetto opposto e gli aromi non hanno abbastanza spazio per esprimersi.
Allora scegli di servire lo Champagne in un bicchiere a tulipano, per sfruttare l'apertura stretta e l'ampio contenitore.

 

Servire il vino rosso a temperatura ambiente

In generale gli amanti del vino sanno che il vino rosso non si beve fresco, come il vino bianco o il vino rosato. Ma anche la temperatura di servizio del vino rosso non è alta quanto quella di casa tua.

Quindi, per godere appieno degli aromi del vino rosso, è meglio mantenerlo ad una temperatura ideale compresa tra 14 e 18°C ​​a seconda della tipologia di vino rosso. Una cattiva temperatura, calda o fredda, potrebbe poi appesantire i tannini del vino, e ridurre la potenza degli aromi.

 

Travasare sempre un vino rosso

Molto spesso il vino rosso ha bisogno di aerare per aprirsi e sprigionare completamente i suoi aromi. Interessante poi metterlo in caraffa qualche ora prima di servirlo, per dargli il tempo di esprimersi. Ma questa non è una regola assoluta, ed i vini invecchiati non risentono di questa tecnica.

Le grandi annate di vini rossi adatti all'invecchiamento, infatti, hanno avuto tutto il tempo per arieggiare in cantina, attraverso la porosità del tappo di sughero. Non è necessario decantarli affinché si apra. D'altro canto può essere interessante metterlo in una caraffa per permettere ai residui di depositarsi sul fondo, ed evitare così di depositarsi sul fondo del bicchiere di vino.

 

Pensare che il vino biologico sia necessariamente più sano

Gli alimenti biologici utilizzano tecniche di coltivazione e produzione che suggeriscono che il prodotto sia più sano, senza pesticidi o diserbanti. Nel mondo del vino la sfumatura è maggiore, perché il viticoltore in agricoltura biologica non è autorizzato ad utilizzare alcuni prodotti fitosanitari di sintesi, ma ha tutto il diritto di utilizzare tutti quelli ancora autorizzati dal Disciplinare.

Pertanto, i vini biologici non sono esenti da sostanze chimiche, ed è discutibile affermare che i vini biologici siano più sani dei vini convenzionali.

 

Servire sempre un vino dolce o un vino dolce come dessert

Chi dice dolce, dice zucchero. Quindi, istintivamente, molti consumatori sono tentati di servire vini dolci e passiti per accompagnare il dessert. Tuttavia, aggiungere zucchero a un piatto già dolce e grasso può solo sovraccaricare le papille gustative, col rischio di rendere il tutto molto nauseante.

Meglio allora concludere il pasto su note più morbide, con vini bianchi secchi o rosati molto freschi, o anche uno spumante o un vino rosso leggero e fruttato.

I vini dolci sono ottimi serviti come aperitivo o con piatti a base di pesce.

 

Affidati solo a denominazioni prestigiose

Bisogna riconoscere che i vini delle denominazioni riconosciute sono valori sicuri, soprattutto per i principianti che hanno paura di sbagliare. D’altronde questo non vuol dire che gli altri vini siano cattivi. Al contrario, potremmo rimanere sorpresi di scoprire ottime bottiglie di vino locale, o piccoli produttori indipendenti.

Si tenga presente che la denominazione è un titolo assegnato ai viticoltori che ne fanno richiesta. Molti vigneti non adottano questo approccio, anche se producono vino di altissima qualità.

 

Non conservare le bottiglie di vino in posizione orizzontale

Hai mai notato che i bravi commercianti di vino conservano le loro bottiglie di vino in posizione orizzontale? Poco pratico per la lettura dell'etichetta, ma indispensabile per preservare le qualità del vino. Infatti, conservando le bottiglie in posizione orizzontale, il vino è in contatto permanente con il tappo di sughero, che non si secca e limita quindi l'ossigenazione del vino.

Evitate, poi, di riporre le vostre bottiglie in verticale, a meno che non prevediate di aprirle velocemente.

 

Il successo di una degustazione di vino non si limita alla fase in cui si prende il vino in bocca. Molti criteri garantiscono il successo di un simile esercizio. Ora conosci i 9 piccoli errori da evitare per gustare un buon vino.


La nostra attuale selezione di vini

Nuovo
Vino Rosato 2023 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Promozionale -37%
Vino Rosato 2022 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
Prezzo regolare 77,40 €Prezzo ridotto48,60 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Esausto
Vino Rosato 2021 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Vino Bianco 2017 AOP Côtes de ProvenceChâteau de Berne Grande Cuvée
138 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni