Le Moût du raisin apres la maceration

Quali sono le differenze tra un vino rosato con pressatura, macerazione e salasso?

Gli amanti del vino sanno che il vino rosato non è una semplice miscela di vino rosso e vino bianco. La produzione di questo nettare fresco e dolce è ancora più complessa e l'enologo può scegliere tra 3 tecniche di vinificazione del vino rosato. Scopri le differenze tra vino rosé pressato, saignée rosé e macerazione rosé.

 

La lavorazione del vino rosato

Il vino rosato non è il risultato di una semplice miscela di vino bianco e vino rosso . Soltanto la regione vinicola dello Champagne è autorizzata a praticare questa tecnica. In realtà, il vino rosato è ottenuto da vitigni neri , come il vino rosso. La grande differenza è che l'enologo riduce notevolmente il contatto tra il succo dell'uva e i pigmenti colorati della buccia dell'uva. È proprio questa tecnica che permette di ottenere un vino dal colore rosa tenue e dai profumi così particolari.

 

Le 3 tecniche per produrre i vini rosati

Esistono 3 diverse tecniche che permettono di ottenere vini rosati . Ciascuno poi offre caratteristiche particolari al vino, sia in termini di colore, aromi o anche tannini.

Pressatura del vino rosato

Il pressing rosé, o press rosé, si ottiene pigiando direttamente i grappoli dopo la vendemmia . Il processo viene eseguito abbastanza lentamente affinché i pigmenti della buccia colorino il succo e gli aromi si diffondano. Il mosto viene poi posto nei tini, per avviare la fase della fermentazione alcolica.

Il colore del rosato pressato è poi molto chiaro e all'assaggio scopriamo un rosato fresco, poco tannico, con leggeri aromi di fiori, agrumi e frutti gialli. i vini rosati ottenuti dalla pressatura diretta non sono adatti all'invecchiamento, perché non hanno abbastanza tannini.

Vino rosato con macerazione

La produzione del vino rosato con macerazione inizia come quella del vino rosso. Le uve nere subiscono poi la diraspatura e la pigiatura, prima di essere poste in tini. Il mosto rimarrà quindi in macerazione da 2 a 20 ore, ad una temperatura compresa tra 10 e 15°C. Gli antociani e gli aromi contenuti nella buccia dell'uva permeeranno così il mosto fino all'ottenimento del colore desiderato.

Il mosto viene poi pressato per separare il succo e i residui solidi (bucce e vinaccioli).

Il vino rosato della saignée

I vini rosati saignée utilizzano una tecnica di vinificazione completamente diversa. Provengono infatti da un'annata destinata alla produzione di vino rosso. In altre parole, le uve nere vengono poste nei tini dopo la raccolta, e cominciano a macerare. Dopo alcune ore di macerazione, il mosto viene prelevato dal fondo della vasca, per essere vinificato separatamente. Il resto del succo rimane nei tini, per fare il vino rosso.

Buono a sapersi: se il tino è completamente utilizzato non si parla più di saignée rosé, ma di macerazione rosé.

Il vino Saignée è generalmente più colorato e più tannico. Più lungo è il tempo di macerazione, più vinoso sarà il rosato. Viceversa, la macerazione breve offre vini rosati più strutturati e freschi. Poiché contengono più tannini, i vini rosati saignée sono generalmente adatti all'invecchiamento (da 4 a 5 anni).

 

Produrre il vino rosato è molto più complesso di quanto sembri e le diverse tecniche offrono risultati diversi. Perché non approfittare di una degustazione di vini per scoprire le differenze tra un rosé pressato, un rosé saignée e un rosé macerato ?


La nostra attuale selezione di vini

Nuovo
Vino Rosato 2023 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Promozionale -37%
Vino Rosato 2022 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
Prezzo regolare 77,40 €Prezzo ridotto48,60 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Esausto
Vino Rosato 2021 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Vino Bianco 2017 AOP Côtes de ProvenceChâteau de Berne Grande Cuvée
138 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni