Qu'est-ce que l'épamprage des vignes ?

Cos'è la diraspatura della vite?

La produzione di un buon vino inizia nei nostri vigneti francesi, dove i viticoltori utilizzano diverse tecniche per garantire la crescita di uve di qualità. Tra le diverse fasi della coltivazione della vite, a giugno inizia la diraspatura, che guida l'uva verso la maturazione. Concentrati sulla rimozione della vite.

 

Diraspatura: potatura primaverile delle viti

L'obiettivo del viticoltore è portare a maturazione le sue viti, per produrre un vino di qualità. Si tratta della tradizionale potatura delle viti, effettuata nel periodo invernale, ma sapevate che esiste anche la potatura primaverile? Questo si chiama desepamprage.

Si tratta poi di rimuovere tutti i rami indesiderati, detti anche viti, che sono cresciuti durante la primavera. Che siano mal posizionati o duplicati, vengono eliminati per permettere alla vite di concentrare tutte le sue energie su tralci di buona qualità. Il viticoltore procede poi alla spogliazione di diverse parti della vite:

  • I buongustai: tutti i tralci che si sviluppano ai piedi della vite, e che provengono da legno vecchio;
  • I rami improduttivi: tutti i rami che non portano fiori;
  • I rami doppi o tripli: tutti i rami provenienti dalla stessa gemma vengono tagliati per mantenere solo quelli più vigorosi.

 

Spogliatura delle viti: quando è il momento ideale?

L'obiettivo della diraspatura è permettere alla vite di mettere tutta la sua energia e vigore nella maturazione dei rami più belli. È quindi necessario effettuare la diraspatura quando il ciclo vegetativo della vite accelera, cioè quando ricompaiono il sole e il caldo.

La potatura inizia quindi generalmente a metà maggio o inizio giugno, quando i fusti misurano dai 10 ai 30 cm, e sono quindi ancora facili da tagliare. I viticoltori poi si occupano di spezzare le viti, ovvero di strapparle alla base.

Alcuni professionisti decidono di aspettare l'estate per diseminare le loro viti, mentre altri effettuano una seconda diseminazione in estate. Dipende dal vigore della vite.

 

Perché bisogna potare la vite?

Se i viticoltori lavorano vite per vite per eliminare le viti, è perché alla fine queste possono causare malattie . Infatti, se non vengono tagliati, finiranno per raggiungere la sommità del fogliame, potenzialmente contaminandolo, soprattutto se ricevono schizzi di terra durante forti piogge.

Inoltre, tagliare i tralci delle viti permette di ridare vigore alla vite, come si fa per la maggior parte degli alberi da frutto.

 

Le diverse tecniche per la rimozione dei tralci

Al giorno d'oggi, i viticoltori hanno a disposizione diverse tecniche per diseminare le loro viti.

L'épamprage manuel

Per la deseminatura manualesi utilizzano solo le mani dell'uomo. Dotato di una mini roncola o di cesoie da potatura, il professionista passa tra i filari delle viti e taglia a mano le viti morte e altri rami sterili. Sebbene questa tecnica soddisfi i valori della pratica della viticoltura sostenibile, richiede tuttavia molto lavoro ed è molto costosa, sia in termini di denaro che di tempo.

Deseminazione meccanica

Per facilitare la diseminazione che avviene tra il germogliamento e la fioritura, il viticoltore può scegliere di utilizzare la diseminatrice meccanica. Si tratta della copertura con macchine che operano estirpando o sfregando i tralci di vite. Se la sverniciatura meccanica ha il vantaggio di andare velocemente, con poca manodopera, a volte può indebolire il terreno e i passaggi potrebbero indebolire la vite.

Pulizia chimica

La rimozione dei rami indesiderati può essere effettuata anche mediante rimozione chimica. Ciò comporta l’applicazione alle viti di un essiccante, un prodotto chimico solitamente utilizzato come erbicida. Abbastanza efficace, questa tecnica incontra sempre meno successo, poiché sempre più viticoltori limitano l'uso di prodotti chimici. Questa tecnica di de-stampaggio è vietata anche per la produzione di vino biologico, vino biodinamico o anche vino naturale.

 

Altri lavori verdi sulle vigne

In un vigneto c'è molto lavoro verde durante tutto l'anno e la diseminazione è solo una fase. Distinguiamo poi tante altre tecniche orticole da applicare:

  • disgermogliamento, per eliminare alcuni germogli e mantenere quelli più promettenti;
  • tralicciaturae sollevamento, per evitare la caduta della vegetazione al suolo;
  • Cimatura, o rifilatura, per eliminare i germogli della vite;
  • Defogliatrice, per facilitare l'impregnazione dei trattamenti della vite e diradare la vegetazione.

 

Vi stavate forse chiedendo quali fossero le missioni del viticoltore prima di arrivare alla fase finale della vendemmia? La diseminazione delle viti è uno dei tanti compiti che spettano ai viticoltori della tenuta di Berne e a tutti i viticoltori del mondo.


La nostra attuale selezione di vini

Nuovo
Vino Rosato 2023 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Promozionale -37%
Vino Rosato 2022 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
Prezzo regolare 77,40 €Prezzo ridotto48,60 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Esausto
Vino Rosato 2021 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Vino Bianco 2017 AOP Côtes de ProvenceChâteau de Berne Grande Cuvée
138 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni