Tout savoir sur les cépages de vin : le pinot noir

Tutto quello che c'è da sapere sui vitigni da vino: il Pinot Nero

Il Pinot Nero è senza dubbio uno dei vitigni a bacca nera più conosciuti dagli amanti del vino. Proveniente direttamente dalla Borgogna, è oggi coltivato in tutto il mondo e permette di ottenere vini rossi di alta qualità. Andiamo a scoprire il Pinot Nero, questo vitigno nero francese.

 

La storia del vitigno Pinot Nero

Proveniente da viti selvatiche, il Pinot Nero proviene da due famiglie di vitigni: Noiriens (che comprende Gamay, Chardonnay, ecc.) e Sérines (che comprende Marsanne, Syrah, Roussanne, ecc.), e si ritiene abbia avuto origine nientemeno che di 16 vitigni diversi. 

IL origini del pinot nero si risale quindi molto lontano, poiché le prime culture conosciute avvennero nel -52 a.C. aC, durante la conquista della Gallia da parte dei Romani. Fu allora in Borgogna che questo vitigno a bacca nera si sviluppò, prima, estendendosi a tutta la Francia, poi a tutta l'Europa (Germania, Svizzera e Italia), sotto il nome di “Vin des Allobroges”.

Probabilmente dobbiamo tale resa ai monaci cluniacensi, che migliorarono notevolmente la qualità del vitigno durante tutto il Medioevo. Fu poi ampiamente coltivato in Borgogna, ma anche nella Champagne.

Fu solo più tardi che il Pinot Nero attraversò gli oceani, per essere piantato dai coloni in Nuova Zelanda, Australia e persino in Sud Africa.

 

Le particolarità del Pinot Nero

Ampiamente usato in miscela per champagne, sia per i vini rossi che per i vini bianchi, il Pinot Nero è molto apprezzato per le sue molteplici qualità.

Pinot Nero nelle vigne

Riconosciamo il vigneti di pinot nero alla forma a pigna dei suoi acini. Prende il nome anche da queste piccole bacche dalla buccia nero-bluastra.

Sebbene questo vitigno a bacca nera sia piuttosto capriccioso e preferisca le zone da temperate a fredde, ha il vantaggio di adattarsi con successo a diversi terroir. È quindi molto coltivato nel regioni vinicole settentrionali, come l'Alsazia, la Champagne e la Borgogna, dove si afferma come il vitigno re. Il Pinot Nero, infatti, è incluso nella composizione dei 25 Grands Crus rossi della Borgogna (Côte de Beaune e Côte de Nuits).

Il Pinot nero poi non è così semplice da coltivare, poiché è esigente in termini di temperature, e suscettibile alle malattie e marciume grigio. La sua resa è piuttosto bassa.

Vini Pinot Nero

Il Pinot Nero è uno dei rari vitigni a bacca nera che permette di ottenerli entrambi vini rossi soltanto vini bianchi. La tecnica di vinificazione consiste quindi nell'eliminazione della macerazione sulle bucce per la produzione del vino bianco.

Il Pinot ti permette di dare vini leggeri e fruttati, con aromi di ciliegia, fragola, lampone e marasca. Poco tannici, i suoi vini sono facili da bere e sono apprezzati dai palati sensibili. Ne hanno uno potenziale di stoccaggio che vanno da 5 anni a diversi decenni.

 

Il Pinot Nero in Francia e nel mondo

In Francia, la maggior parte vitigni di pinot nero è concentrata nel nord-est del Paese, e più in particolare in Borgogna, Alsazia e Champagne. La Côte d’Or è proprio la Regione vinicola francese dove il Pinot Nero è maggiormente coltivato, e dove esprime al meglio tutte le sue qualità.

Nel resto del mondo, il Pinot Nero si è diffuso dapprima in Germania, dove le condizioni climatiche rimangono più o meno le stesse del nord-est della Francia. Successivamente, con l'immigrazione germanica, il Pinot Nero si recò negli Stati Uniti (Oregon), Australia e Nuova Zelanda, dove riuscì a svilupparsi e a produrre buone rese. Finalmente lo troviamo in Sud Africa.

 

Il Pinot Nero arriva in tavola

IL pinot nero vinificato in vino rosso offre un palato setoso e sapori di frutti rossi che si sposano bene con molti piatti. Questo Vino di Borgogna con il suo bel colore rosso è quindi perfetto per accompagnare formaggi, carni rosse, carne di maiale, ma anche pesce o pollo arrosto.

Vinificato in bianco, il Pinot Nero è destinato ad essere delicato, e si abbina meravigliosamente a piatti di mare, come ostriche, frutti di mare, ma anche carni bianche.

In generale, il vini da pinot nero si abbinano a molti sapori, quindi sono una scelta saggia quando non sai quale bottiglia servire per abbinamenti cibo-vino di successo.

 

 

Tra i più grandi vitigni a bacca nera di Francia, il pinot nero è un assolutamente da vedere, da scoprire senza indugio. Perché non approfittare di un soggiorno enoturistico per visitare la regione nordorientale della Francia?

La nostra attuale selezione di vini

Nuovo
Vino Rosato 2023 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Promozionale -37%
Vino Rosato 2022 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
Prezzo regolare 77,40 €Prezzo ridotto48,60 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Esausto
Vino Rosato 2021 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Vino Bianco 2017 AOP Côtes de ProvenceChâteau de Berne Grande Cuvée
138 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni