Définition du domaine viticole bio

Definizione di azienda vinicola biologica

Negli ultimi dieci anni il vino biologico ha conosciuto una forte crescita, che può essere spiegata dal desiderio dei consumatori di rivolgersi a prodotti più salutari per il pianeta e per la loro salute. Sempre più viticoltori scelgono di convertire i propri vigneti all’agricoltura biologica. Entriamo nel dettaglio del disciplinare dell'azienda vinicola biologica.

 

Viticoltura biologica: coltivazione più dolce della vite

La viticoltura biologica è una tecnica di lavorazione della vite attenta alla preservazione dell'ambiente e al rispetto del terroir. Per ottenere il marchio AB (agricoltura biologica), un viticoltore deve quindi soddisfare i requisiti del disciplinare, applicando regole severe a tutto il suo vigneto. . Tra le restrizioni, è vietato l'uso di pesticidi, prodotti fitosanitari o sostanze chimiche in generale per la produzione di vini biologici.

Ma l'etichetta delle aziende biologiche non riguarda solo la coltivazione della vite in agricoltura biologica, e l'intero sistema di vinificazione deve rientrare in un approccio di rispetto del terroir. Ciò comporta la coltivazione di varietà di uva adattate alle condizioni climatiche, la fertilizzazione naturale del terreno o anche lo sviluppo della biodiversità in tutto il vigneto.

 

Un vigneto biologico attento alla preservazione dell'ambiente

Per poter rispettare gli standard di produzione del vino imposti dal disciplinare dell'etichetta biologica, i viticoltori devono utilizzare strategie alternative ai pesticidi e ai prodotti di sintesi. Quattro tecniche di viticoltura biologicavengono poi utilizzate per garantire la qualità dei vini biologici, nel rispetto del terroir.

  • Concimare il terreno da residui di origine organica, come compost, concimi verdi o residui colturali;
  • Diversificare il vigneto sviluppando la biodiversità attorno alla vite (piante, vari organismi viventi, ecc.);
  • Controlla parassiti e malattie trovando il perfetto equilibrio tra biodiversità. In questo modo gli organismi e gli insetti utili alla vite riescono ad evitare la proliferazione di parassiti e malattie;
  • Controllare la resa delle viti biologiche, fissando limiti alla produzione, e ottenere così uve di migliore qualità.

La qualità finale di un vino biologico dipende in gran parte dal contenuto zuccherino dell'uva, ma anche dai lieviti e dai batteri autoctoni presenti naturalmente. Comprendiamo quindi l'interesse del produttore di vino nel prendersi cura del suo vigneto biologico.

 

Vinificazione biologica: tecniche per combattere parassiti e malattie

Come abbiamo visto, una delle principali sfide per i produttori di vino biologico è riuscire a proteggere le loro viti dai parassiti. Perché se i produttori di vino convenzionale sono autorizzati a utilizzare input chimici e pesticidi per prevenire la proliferazione di malattie, il viticoltore biologico può contare solo su tecniche naturali.

La protezione delle aziende vinicole biologiche passa quindi essenzialmente al perfetto equilibrio della biodiversità. Per questo, i viticoltori hanno diversi mezzi:

  • Posizionare la materia organica alla base delle viti per mantenere il terreno fertile e vivace;
  • Distanziare le viti per facilitare la crescita e limitare la proliferazione dei parassiti;
  • Potare le viti per mantenere solo le parti più vigorose e promettenti.

 

Il vino biologico proviene necessariamente da un'azienda vinicola biologica?

Perché un vino sia certificato biologico, deve provenire da agricoltura biologica, e rispettare le regole enologiche di questo tipo di viticoltura. Ma questo non significa necessariamente che provenga da un'azienda interamente biologica certificata. Pertanto, una tenuta tradizionale può avere un appezzamento di vigneto certificato biologico e altri che non lo sono.

Quindi, un vino biologico non proviene necessariamente da un’azienda vinicola biologica. Nel caso dello Château de Berne, i 170 ettari di vigneto della tenuta sono coltivati biologicamente . Possiamo quindi affermare che Château de Berne è un'azienda vinicola biologica.

 

Le aziende vinicole biologiche seguono un approccio attento al rispetto dell'ambiente. Ciò consente di produrre vini che riflettono perfettamente il terroir e il know-how dell'enologo. Se passate per la cantina di degustazione del Domaine de Berne, avrete poi il piacere di degustare vini bianchi, rosati e rossi biologici prodotti nel massimo rispetto del terroir provenzale.

 

 

 


La nostra attuale selezione di vini

Nuovo
Vino Rosato 2023 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Promozionale -37%
Vino Rosato 2022 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
Prezzo regolare 77,40 €Prezzo ridotto48,60 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Esausto
Vino Rosato 2021 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Vino Bianco 2017 AOP Côtes de ProvenceChâteau de Berne Grande Cuvée
138 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni