Mise en bouteille du vin : comment ça marche ?

Imbottigliamento del vino: come funziona?

Se sei un amante del vino curioso, ti sarai mai chiesto come viene imbottigliato il vino? Dalla preparazione del vino all'imbottigliamento, compresi gli strumenti necessari, ti diciamo tutto sull'imbottigliamento del vino.

 

Imbottigliare il vino passo dopo passo

L'imbottigliamento può essere effettuato in diversi modi. L'enologo può scegliere di avvalersi di un professionista esterno, di eseguire personalmente questa fase o addirittura di vendere il suo vino prima di imbottigliarlo. Qualunque sia la situazione, gli imbottigliamenti avvengono sempre nello stesso modo.

Preparazione dei vini

Prima di ottenere una bella bottiglia finale, chiusa con un tappo di sughero e decorata con una bella etichetta, sono necessari diversi passaggi per preparare il vino. Senza menzionare le fasi classiche della vinificazione, come la fermentazione alcolica o la macerazione, devono essere applicate altre tecniche.

Ad esempio, i viticoltori dovranno registrare il contenuto di CO2 (anidride carbonica o anidride carbonica), in modo che il gas non salga in superficie all'apertura della bottiglia. Ad esempio, le bottiglie di vino fermo devono contenere meno di 1000 mg/l per evitare la formazione di bollicine. Se il livello di anidride carbonica non è buono, i viticoltori devono effettuare la decarbonizzazione o carbonizzazione (o gasazione e degasaggio).

Sterilizzazione delle apparecchiature

Per garantire la sicurezza dei consumatori e la qualità del vino, tutte le attrezzature utilizzate per l'imbottigliamento devono essere sterilizzate. Tutto deve quindi essere lavato e risciacquato per garantire che non persistano microrganismi o residui.

Si ricorda che il vino rimane a lungo in bottiglia. Una una scarsa sterilizzazione potrebbe contaminare il vinoe renderlo inadatto al consumo. È quindi necessario lavare le bottiglie vuote e le macchine riempitrici.

Riempire ogni bottiglia di vino

Al giorno d'oggi, gli sviluppi tecnologici hanno notevolmente semplificato alcune fasi della vinificazione. Per l'imbottigliamento, la maggior parte degli imbottigliatori utilizza una riempitrice automatica o manuale, nella quale posizionano il vino in modo che venga pompato o versato nella bottiglia nella quantità ideale.

Durante questa meticolosa fase, il vino deve essere conservato ad una temperatura compresa tra 16 e 21°C. Il riempimento non deve quindi essere troppo rapido, rischiando di riscaldare il vino, né troppo lento, rischiando di raffreddarlo.

Infine, è imperativo lasciare almeno 1 cm di spazio tra il vino e il collo, per garantire il corretto posizionamento del tappo. .

Per il riempimento manuale, l'enologo può utilizzare un imbuto autoregolante per garantire che nella bottiglia venga versata la quantità perfetta di vino.

Tappare le bottiglie di vino

Il passo successivo è tappare le bottiglie piene con tappi di sughero, tappi di plastica o tappi a vite. L'obiettivo è rendere la bottiglia completamente ermetica, per proteggere il vino dall'aria e dall'umidità.

Anche in questo caso la chiusura della bottiglia di vino può essere effettuata utilizzando una macchina automatica, oppure manualmente, con una macchina a leva.

Alla chiusura con tappo di sughero segue il stappare. L'imbottigliatore applica quindi la ceralacca direttamente sul collo o aggiunge una capsula di alluminio. L'obiettivo è proteggere il tappo in modo che non venga danneggiato.

Condimento al vino

Dopo essere state maneggiate grossolanamente, le bottiglie vengono messe acompleto riposoper alcune ore, in modo che il vino non subisca altri disturbi che ne comprometterebbero la stabilità. . Il processo di imbottigliamento, infatti, è piuttosto aggressivo per il vino, per questo è consigliabile eseguire i passaggi nel modo più delicato possibile, per poi lasciare che il vino si riprenda dalle sue emozioni.

L'ultimo passaggio consiste poi nel posizionare un'etichetta su ogni bottiglia, in modo da avere sempre informazioni sul vino, e poterlo differenziare facilmente dagli altri. Le etichette dei vini poi riportano tutte le informazioni obbligatorie, e vengono incollate su ogni bottiglia.

Non resta che imballare le bottiglie e spedirle al tuo rivenditore.

 

Come imbottigliare il proprio vino?

In un articolo precedente abbiamo visto che produrre vino in casa è del tutto possibile. Allo stesso modo, l’ingorgo non presenta alcun tipo di difficoltà. L'imbottigliamento in casa può quindi essere effettuato a mano, seguendo gli stessi passaggi dell'enologo professionista.

Si tratterà quindi di adattare ogni passaggio per avere le migliori condizioni sanitarie e garantire un imbottigliamento di qualità, che non rovini la vostra produzione personale. Puoi quindi acquistare bottiglie vuote o riutilizzare le bottiglie e sterilizzare in acqua bollente, prima di versarvi il vino.

Per tappare le tue bottiglie, dovrai acquistare tappi di sughero e un tappatore, per chiudere ermeticamente i tuoi contenitori.

Ricordati di attaccare una piccola etichetta su ogni bottiglia, così non ti perderai tra le tue bottiglie. Per farlo potete utilizzare un adesivo bianco e annotare le informazioni essenziali: annate, vitigni, ecc.

 

Ogni fase del processo di vinificazione gioca un ruolo cruciale nella qualità del vino e nella sua conservabilità. L'imbottigliamento segue un processo preciso che garantisce le migliori condizioni di trasporto e conservazione del vino per molti mesi, anche diversi anni.


La nostra attuale selezione di vini

Nuovo
Vino Rosato 2023 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Promozionale -37%
Vino Rosato 2022 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
Prezzo regolare 77,40 €Prezzo ridotto48,60 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Esausto
Vino Rosato 2021 AOP Côtes de ProvenceGrande Récolte
77,40 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni
Esclusiva web
Vino Bianco 2017 AOP Côtes de ProvenceChâteau de Berne Grande Cuvée
138 €
Scatola da 6 bottiglie - 75 cl
Più informazioni